NAH_Residency / NAH_Residenza




2020

ANIMALS: Interdependence Between Species


2 Residencies are offered:
June 2020
ALT RES July or August 2020

DEADLINE

NAHR June: February 9, 2020_Closed


ALT RES 2020: rolling and accepted until spaces are available.


APPLY (no application fees!)

NAH_WORKSHOP

VISION

NAHR recognizes that all living organisms depend on each other for survival. This coexistence is at the root of ecological thinking, and holds as paramount the need to fight climate change and save animal species from extinction. NAHR 2020 intends to foster an expanded consciousness of these issues through sensorial and reflective “dialogue.” From this exploration, we believe we can develop a pivotal change in the global approach to Nature, moving away from the hierarchical view that sees humankind as entitled to dominate any other species, and towards a holistic approach where humankind lives in harmony with other species.  

Using this emerging framework, Fellows will be encouraged to create artifacts embedded with the transformation from an ego-centric to an eco-centric world view. Projects could focus on the loss of biodiversity, interspecies relations, species vulnerability, conservation efforts, biopolitics, among other topics. Fellows are also encouraged to explore how animals inspire design, architecture, art, music and/or the performing arts.

OUR INTERESTS

Climate change and loss of biodiversity are interconnected. However, the former has been getting most of the attention in recent environmental discourse. NAHR 2020 wants to focus on, and find reasons for, why we should prioritize biodiversity. Perhaps it is because we depend on each other!

The visible effects of human impact on climate change, and the mounting loss of biodiversity around the globe, has generated renewed interest in resilient, bio-inclusive solutions to reversing the climate crisis. We think that these solutions should take into account current lifestyles and aspirations, today’s  unprecedented technological advancements, and be informed by historical precedents for interspecies coexistence. Doing so allows our explorations to range in scale from micro to macro biomes. We also give ourselves the opportunity to learn from the past.

Aligned with the objectives of the convention on biodiversity from Rio 1992, which still have not been adequately realized, NAHR 2020 offers an eco-laboratory to Fellows interested in developing strategies to rebalance and redesign the relationships between species.

OUR HABITAT, THE VALLEY

The Taleggio Valley landscape in the foothills of the Alps in northern Italy, with its dramatic scenery and secluded physical environment, will serve as a rich source of inspiration for ideas, and a fertile ground for bio-inspired projects to flourish.

The Valley’s own biodiversity supports a habitat for hundreds of species, both wild and domesticated, in the waters, soil and air. The landscape shows distinct and varied features at different elevations, from the bottom of ravines to the mountain pastures of the Parco delle Orobie. Micro-animals (microorganisms and microbes) and invertebrates (insects, shellfish, worms, and spiders), fish, reptiles, birds, and mammals can all be readily observed, serving as inspiration for creative inquiry.

Its villages and towns, all in close proximity, offer many opportunities to observe and study the ‘built’ environment of both natural and artificial constructions, and their alteration over the years, as human and non-human strategies of habitation shifted to adapt to ever-changing environmental, economic, and social factors. Bird’s nests, roccoli (hunting towers), spider-webs, burrows, and farms are examples of some of the many features that promise to inspire sympathetic thinking, design responses, and other fabrications during the residency.

We believe human perceptions of the world are enhanced by exploring the mechanisms other species have developed for sensing, mapping, and moving through the same territories as humans. As all senses are engaged in an exploration of the Valley’s living eco-laboratory, one starts to perceive the world differently. The residency ultimately pursues the notion that this shift in perception is the key for creative resilience, the mechanism that allows ecosystems to create a sustainable life through adaptation and cooperation.

OUR QUESTIONS

NAHR aims to support the development and sharing of bio-inspired projects, ignite conversations, and spark possible future collaborative research. With this in mind, the following are some initiating thoughts for applicants:

1.      Questions on Coexistence:

·       In what ways can we envision a post human-centered world in which all living organisms could coexist? How can we interpret this quote from Giorgio Agamben(4): “…the relations between animals and men will take on a new form, and man himself will be reconciled with his animal nature.’’

·       How does the rise of smart technologies like A.I. fit in to a vision of coexistence?

2.      Questions About Interspecies Boundaries:

·       How do we define boundaries between species that depend on each other? How do we understand these boundaries in historical, cultural and biological contexts?

·       Does the vulnerability of some species translate to vulnerabilities of all species?

3.      Questions About Scale and Perception, or the Senses:

·       How does the size of an organism influence humankind’s perception of its relevance or value?

·       How can we develop our ability to interact with the non-human in non-visual ways, and what are the benefits of this?

·       Can sensing the world like an animal help foster new kinds of relationships between species?

4.      Questions About Making and Building:

·       Can we learn to build in a manner more attuned to the environment by observing burrows, webs, nests, etc.?

·       How do non-human animal buildings and methods of making contribute to their survival, and to their thriving?

PROPOSALS

NAHR encourages experimental explorations based on globally relevant concepts, theories or methodologies about interspecies coexistence and post-anthropocentric thinking as their fundamental framework. Collaboration across disciplines, with other NAHR Fellows, is particularly encouraged and supported. These explorations can be done using a variety of media, and will be shared at the conclusion of NAHR in expressive forms including, but not limited to: dance performances, poetry recitations, promenade theatre presentations, art installations, site-specific activations, and other creative products.

Given the immersive, site-specific context for NAHR, when drafting submissions applicants must demonstrate the ways in which their projects will seek to engage with Val Taleggio as a shifting, multi-dimensional space in which local characteristics intersect a global dynamic. Applicants should show how they intend to examine elements and ecosystems within the Val Taleggio, while scaling or linking their subjects to globally relevant concepts.

In accordance with this year’s theme, NAHR encourages applications that propose an inter- or trans-disciplinary approach across a range of creative forms and modes of expression, which might take the form of designs, actions, events, and so forth, in which the use of the ecosystem of the Valley will remain a key element of the proposal. Projects proposing observance of animals in their habitat with all its elements, including both natural and humanly-altered states, are especially encouraged.

Together with the NAHW (Workshop), NAHR (Residency) participants will visit high and low pastures, walk across the mountains, attend dedicated lectures by specialists in the area, and be guided across the surrounding landscapes (natural and built), in order to explore local interconnections and contrast these with those in the neighboring valleys of Brembilla, Brembana, Seriana and Imagna. By offering the opportunity for site-specific investigations, NAHR encourages participants to explore interactions and relationships within the Valley’s ecosystems. We seek to offer a fertile environment for a range of cross-disciplinary research and, in return for offering these opportunities, we expect NAHR Fellows to complete culminating presentations (designs, actions, events, so forth) at the conclusion of their time in the Val Taleggio.

references:
(1) (2) https://www.upress.umn.edu/book-division/books/when-species-meet
(3) https://www.un.org/en/events/biodiversityday/convention.shtml
(4) Giorgio Agamben, The Open. Man and Animal, 2004
(5) http://sdg.iisd.org/events/2020-un-biodiversity-conference/?fbclid=IwAR1ktcfr4qFt7GbOBzD3HORhgJ7iQ0wdH02pg4FfMNFDl6a6EpUjx6y0Rug

APPLY (all details at this link)

2020

ANIMALI: Interdipendenza tra Specie
 


2 Residenze sono offerte:
Giugno 2020
ALT RES Luglio o Agosto 2020

Scadenza NAHR Giugno: 9 Febbraio, 2020_Chiuso


ALT RES 2020: domande accettate fino a disponibilita’ raggiunta.


ISCRIVITI (l’iscrizione e’ gratuita)

NAHW_Seminario

VISIONE

NAHriconosce che tutti gli organismi viventi dipendono l'uno dall'altro per sopravvivere. Questa convivenza è alla base del pensiero ecologico e tiene in primo piano la necessità di combattere i cambiamenti climatici e salvare le specie animali dall'estinzione. NAHR 2020 intende promuovere una coscienza espansa, abbracciando questi problemi attraverso un "dialogo" sensoriale e riflessivo. Da questa esplorazione, riteniamo di poter sviluppare un cambiamento fondamentale nell'approccio globale alla Natura, allontanandoci dalla visione gerarchica, che vede l'umanità come autorizzata a dominare qualsiasi altra specie, e verso un approccio olistico in cui l'umanità vive in armonia con altre specie.

Adeguandosi al contesto di indagine emerso, i Residenti saranno incoraggiati a creare artefatti volti alla trasformazione di una visione del mondo incentrata sull'ego, in una visione eco-centrica. I progetti potrannno concentrarsi su: perdita di biodiversità, relazioni interspecie, vulnerabilità delle specie, sforzi di conservazione, biopolitica, tra gli altri argomenti. I Residenti sono incoraggiati ad esplorare oltresi’ come gli animali possono ispirare il progetto creativo: design, architettura, arte, musica e / o arti dello spettacolo.

INTERESSI

I cambiamenti climatici e la perdita di biodiversità sono interconnessi. Tuttavia, il primo ha ricevuto la maggior parte dell'attenzione nel recente discorso ambientale. NAHR 2020 vuole concentrarsi e trovare ragioni per cui dovremmo dare la priorità anche al tema della biodiversità,  perché dipendiamo gli uni dagli altri!

Gli effetti visibili dell'impatto umano sui cambiamenti climatici e la crescente perdita di biodiversità in tutto il mondo, hanno generato un rinnovato interesse per soluzioni resilienti e bio-inclusive per invertire la crisi climatica. Riteniamo che queste soluzioni debbano tenere conto degli stili di vita e delle aspirazioni attuali, dei progressi tecnologici, e di essere informati da precedenti storici per la coesistenza interspecie, dandosi anche l'opportunità di imparare dal passato. Ciò consente alle nostre esplorazioni di spaziare in scala dal micro al macro bioma. 

Allineato con gli obiettivi della convenzione sulla biodiversità di Rio 1992, che non sono ancora stati adeguatamente realizzati, NAHR 2020 offre un eco-laboratorio a chi interessato a sviluppare strategie per riequilibrare e ridisegnare le relazioni tra le specie.

HABITAT, LA VALLE

Il paesaggio della Val Taleggio, nelle Prealpi Orobie Bergamasche, con i suoi scenari emozionanti e l'ambiente fisico appartato, servirà come ricca fonte di ispirazione per le idee, e un terreno fertile per far prosperare progetti bio-ispirati.

La biodiversità della Valle costituisce un habitat per centinaia di specie, sia selvatiche che domestiche, nelle acque, nel suolo e nell'aria. Il paesaggio mostra caratteristiche distinte e varie a diverse quote, dal fondo dei burroni agli alpeggi del Parco delle Orobie. Micro-animali (microrganismi e microbi) e invertebrati (insetti, molluschi, vermi e ragni), pesci, rettili, uccelli e mammiferi possono essere tutti facilmente osservati, servendo come ispirazione per l'indagine creativa.

I suoi villaggi e le sue città, a poca distanza gli uni dalle altre, offrono molte opportunità di osservare e studiare l'ambiente "costruito", fatto di strutture sia naturali che artificiali, e la loro alterazione nel corso degli anni, poiché le strategie di abitazione umane e non umane si modificano in continuazione a seguito del fenomeno dell’adattamento -conseguente al mutamento di fattori ambientali, economici e sociali. Nidi di uccelli, roccoli (torri di caccia), ragnatele, tane e fattorie sono esempi di alcune delle molte costruzioni che promettono di ispirare il pensiero simpatetico, le risposte di progettazione e altre strutture durante la residenza.

Crediamo che le percezioni umane sul mondo siano migliorate esplorando i meccanismi che altre specie hanno sviluppato per rilevare, mappare e muoversi attraverso gli stessi territori degli umani. Dato che tutti i sensi sono impegnati in un'esplorazione del laboratorio ecologico vivente della Valle, si inizia a percepire il mondo in modo diverso. La residenza persegue infine l'idea che questo cambiamento nella percezione sia la chiave per la resilienza creativa, il meccanismo che consente agli ecosistemi di creare una vita sostenibile attraverso l'adattamento e la cooperazione.

LE DOMANDE

NAHR mira a sostenere lo sviluppo e la condivisione di progetti bio-ispirati, innescare conversazioni e stimolare possibili ricerche e collaborazioni future. Con questo in mente, di seguito sono riportati alcuni stimoli iniziali per i candidati:

1. Domande sulla coesistenza:

• In che modo possiamo immaginare un mondo post-umanocentrico in cui tutti gli organismi viventi possano coesistere? Come possiamo interpretare questa citazione di Giorgio Agamben(4): "... le relazioni tra animali e uomini assumeranno una nuova forma e l'uomo stesso si riconcilierà con la sua natura animale"?

• In che modo l'ascesa di tecnologie intelligenti come A.I. possono adattarsi a una visione di convivenza?

2. Domande sui confini di Interspecie:

• Come definiamo i confini tra le specie che dipendono l'una dall'altra? Come possiamo comprendere questi confini in contesti storici, culturali e biologici?

• La vulnerabilità di alcune specie si traduce in vulnerabilità di tutte le specie?

3. Domande sulla percezione delle dimensioni, sulla scalarità, o sui sensi:

• In che modo la dimensione di un organismo influenza la percezione dell'umanità della sua rilevanza o valore?

• Come possiamo sviluppare la nostra capacità di interagire con il non umano in modo non visivo, quali sono i vantaggi di questo?

• Rilevare il mondo come fanno gli animali può favorire nuovi tipi di relazioni tra le specie?

4. Domande sul fare e costruire:

• Possiamo imparare a costruire in un modo più adeguato all'ambiente osservando tane, ragnatele, nidi, ecc.?

• In che modo le costruzioni di animali non umani e le tecniche utilizzate possono contribuire alla loro sopravvivenza e alla loro prosperità?

PROPOSTE

NAHR incoraggia esplorazioni sperimentali basate su concetti, teorie o metodologie rilevanti a livello globale sulla coesistenza interspecie e sul pensiero post-antropocentrico come quadro fondamentale. La collaborazione tra discipline, con altri membri di NAHR, è particolarmente incoraggiata e supportata. Queste esplorazioni possono essere fatte utilizzando differenti media e saranno condivise alla conclusione di NAHin forme espressive tra cui, a titolo esemplificativo ma non esaustivo: spettacoli di danza, recitazioni di poesie, installazioni artistiche, attivazioni site-specific e altri prodotti creativi.

Data l’importanza che ha per NAHR il contesto, coinvolgente e specifico,  quando si elaborano le proposte i candidati devono dimostrare i modi in cui i loro progetti cercheranno di interagire con la Val Taleggio come uno spazio mutevole e multidimensionale in cui le caratteristiche locali si intersecano con una dinamica globale. I candidati devono mostrare come intendono esaminare elementi ed ecosistemi all'interno della Val Taleggio, ridimensionando o collegando i loro soggetti a concetti rilevanti a livello globale.

In linea con il tema di quest'anno, NAHR incoraggia le applicazioni che propongono un approccio interdisciplinare o transdisciplinare attraverso una gamma di forme e modalità espressive creative, che potrebbero assumere la forma di disegni, azioni, eventi e così via, in cui l'uso dell'ecosistema della Valle rimarrà un elemento chiave della proposta. I progetti che propongono l'osservazione degli animali nel loro habitat con tutti i suoi elementi, compresi gli stati naturali e quelli umanamente modificati, sono particolarmente incoraggiati.

Insieme a NAHW (Workshop), i partecipanti a NAHR (Residency) visiteranno pascoli alti e bassi, cammineranno sulle montagne, parteciperanno a lezioni tenute da specialisti dell'area e saranno guidati attraverso i paesaggi circostanti (naturali e costruiti), al fine di esplorare le interconnessioni locali e confrontarle con quelle delle valli limitrofe, come la Val Brembilla, Brembana, Seriana e Imagna. Offrendo l'opportunità di investigazioni specifiche per sito, NAHR incoraggia i partecipanti a esplorare le interazioni e le relazioni all'interno degli ecosistemi delle vallate.

Cerchiamo di offrire un ambiente fertile per una serie di ricerche interdisciplinari e, in cambio dell’offerta di queste opportunità, ci aspettiamo che i NAHR Fellows completino le loro elaborazioni (progetti, azioni, eventi, ecc.) e le presentino al termine del loro tempo in Val Taleggio.

references:
(1) (2) https://www.upress.umn.edu/book-division/books/when-species-meet
(3) https://www.un.org/en/events/biodiversityday/convention.shtml
(4) Giorgio Agamben, The Open. Man and Animal, 2004
(5) http://sdg.iisd.org/events/2020-un-biodiversity-conference/?fbclid=IwAR1ktcfr4qFt7GbOBzD3HORhgJ7iQ0wdH02pg4FfMNFDl6a6EpUjx6y0Rug

ISCRIVITI

NAH_Workshop /
NAH+Seminari


2020


Animals: Interdependence Between Species
May 30 -31 - June 1 2020


Workshop in English

Multidisciplinary workshop exploring where and how species meet, and intersect, to co-create ecosystems in this post-human, post-anthropocentric era. Focusing on the relationships and intersections of science and design, architecture, landscape, philosophy, visual and performing arts.

BIODIVERSITY, COEXISTENCE, COEVOLUTION, CLIMATE CHANGE, SUSTAINABILITY, RESILIENCE, OTHERNESS, AWARENESS, POSTUMANISM, BIOMIMICRY.

Full INTRO text: see Italian version. EN in progress.


CALENDAR (in progress):


SATURDAY _ ECOSYSTEMS & CLIMATE CHANGE:
                  EXTINCTION RISKS, BIODIVERSITY, ECOLOGICAL NETWORKS

Giuseppe Bogliani_ Professor UniPv, Ecologist, Ornitologist
Stefano Torriani_ Naturalist


Enrico Bassi_ Naturalist & Ornitologist_ Stelvio National Park
Cristina Movalli_ Biologist_ Val Grande National Park
Paola Brambilla_ Eco-Lawyer, WWF Italia
Patrizio Musitelli_ GAL Valle Brembana 2020


SUNDAY _ COEXISTENCE & RESILIENCE. OTHERNESS & POSTHUMANISM
Alberto Pastorino_ Naturalist
Melania Massaro_ Naturalist & Lepidopterologist
Alessandro Mazzoleni_ Biologist & Odonatologist


Leonardo Caffo_ Philosopher
Tiziana Pers_ Artist, Founder Rave
Claudia Losi_ Artist
Gabi Scardi_ NAHRPresident, Art Curator


MONDAY_ ANIMAL ARCHITECTURE & BIOMIMICRY:
                   DESIGN INSPIRED BY NATURE


Elena Stevanato_ Landscape Architect
Alice Benessia_ Founder Pianpicollo Selvatico
Paolo Belloni_ Architect
Ilaria Mazzoleni_ Architect, Biomimicist
 
Fulvia Mendini_ exhibition “A Fantastic Bestiary


COST:
175 € professionals  / 80 €  students + 22% taxes.
Lunches (10 € ) and dinners (25 € ) to pay directly on site.

All inclusive packages are available upon request. Guests may choose to arrive May 29th and stay for a week (6 nights). During the week additional activities are offered. For more information please email: info@nahr.it

APPLY:
Open to all professionals and students.email: info@nahr.it
with subject line “apply to NAHW 2020_LAST NAME”

INFORMATION: info@nahr.it

ACCOMODATION:

Albergo della Salute, Costa D’Olda, Albergo dell’Angelo, Vedeseta; Liberty, Peghera.

Please mention the participation to NAHW. For further information on apartment rentals write to: info@ecomuseovaltaleggio.it



PAST YEARS:

2019


Grasses and Pastures:
Imagining a Regenerative Economy of Cheese
Taleggio Valley 


The Nature, Art & Habitat Workshopin the Taleggio Valley near Bergamo, Italy, is part of a summer program that aims to unfold and display a sensitive culture that responds to nature’s needs and uses nature’s insights as a source of inspiration and as measure of impacts on available resources. The ultimate goal of NAHW is to uncover intimate links between all living organisms in order to support more resilient development wherehumans and nature can successfully coexist.

Nature finds itself under an unprecedented assault that demands urgent reconsideration in order to address the legacy of humans’ destructive impacts. The linear productiveand consumptive processes implemented by humans impose multiple, complex stresses on ecological cycles in both direct and indirect ways. 

NAHW looks at how multiple disciplinescoming together can start to address, design, implement and respond to cyclical and seasonal economy. With the Taleggio Valley as case study, one is clearly aware of its largest assets: its biodiversity; its people; and the way the blending of these assets over centuries has generated a rich culture of cheese production - two of the most famous being Taleggio and Strachitunt.

Full INTRO text, see Italian version. EN in progress.

CALENDAR: 

Friday, May 31st: Biodiversity of the Pre-Alpine Region: 80 types of grasses in a 70 square kilometer area of pastures.

Saturday, June 1st: From a Linear to a Circular Economy of Cheese: What is in place and what is lacking to fully reach a regenerative economy?

Sunday, June 2nd: The Cultural Component: Transhumance today - a restored cultural treasure.



COST:
175 € professionals  / 80 €  students + 22% taxes.
Lunches (10 € ) and dinners (25 € ) to pay directly on site.

All inclusive packages are available upon request. Guests may choose to arrive May 30th and stay for a week. During the week additional activities are offered. For more information please email: info@nahr.it

APPLY:
Open to all professionals and students.email: info@nahr.it
with subject line “apply to NAHW 2019_LAST NAME”

INFORMATION: info@nahr.it

ACCOMODATION:

Albergo della Salute, Costa D’Olda, Albergo dell’Angelo, Vedeseta; Liberty, Peghera.

Please mention the participation to NAHW. For further information on apartment rentals write to: info@ecomuseovaltaleggio.it

2018


Water
Vital Flux, Energy in Transformation
Taleggio Valley - June 1-2-3 2018


Download BrochureApplicationPoster 

The workshop (in English) explores multifaceted issues, such as: water as a resource and communal good; its relationship to weather, environment, and climate change; its scientific aspects; the management and legislation of water; the economics and marketing of water; its role as a renewable resource; the architecture and design of spaces and infrastructures of water; and roles water plays in wellness and health. Dedicated to engineers, architects, geologists, naturalists, forestry and agronomists, and to anyone interested, this workshop will include the seven NAHR June Fellows.

The topic of WATER: Vital Flux, Energy in Transformation will be analyzed in both a global context and a localized one, where water has a fundamental role in shaping and giving life to natural elements, generating different habitats, sculpting the landscape, and as a source of sustenance, wellness and primary energy.  We will ponder how for centuries our species has positioned itself in relationship to water, facilitating human settlement in this alpine context.

In addition to round table discussions, walking tours to special locations will show the peculiarity of the alpine environment, its evolutionary history, the richness of its hydroscape: morphological elements, forested and pastured ecosystems, springs and fountains, and hydropower stations. These observations will also center on the comprehension of resiliency that has allowed development of this territory, now in demographic crisis.

Closing the workshop on Sunday afternoon the design charrette, “from spring to table – containers and contained.”

COST:
175 € professionals  / 80 €  students + 22% taxes.
Lunches (10 € ) and dinners (25 € ) to pay directly on site.

All inclusive packages are available upon request. Guests may choose to arrive June 1st and stay for a week. During the week additional activities are offered. For more information please email: info@nahr.it

APPLY:
Open to all professionals and students.email: info@nahr.it
with subject line “apply to NAHW 2018_LAST NAME”

INFORMATION: Stefania Cabassi +39 338 529 5659

ACCOMODATION:

Albergo della Salute, Costa D’Olda, Albergo dell’Angelo, Vedeseta; Liberty, Peghera.

Please mention the participation to NAHW. For further information on apartment rentals write to: info@ecomuseovaltaleggio.it


2017


Rock and Stone:

Material Culture and Cultures of Making

June 2-4 & 10-11


Brochure 


Rock and Stone: Material Culture and Cultures of Making is a workshop organized by Nature, Art & Habitat Residency (NAHR), in partnership with the Val Taleggio Ecomuseum and supported by several Public Institutions. The 2017 topic is "Rock and Stone": An eco-productive resource in the nature of pre-Alpine mountains and in the ecosystem of the Val Taleggio as fundamental element of cultivation and extraction used in the vernacular architecture.The multidisciplinary workshop will provide insights extended to the contemporary culture of the landscape, the environment, and the architectural design: from the analysis of the pre-Alpine geological formations, to the visit to quarries, till the traditional architectures using local materials for ancient artisanal crafts.

The participation is extended to specialists of different fields, all integrated in a multidisciplinary dimension with the intention to stimulate the debate among professionals as well as to explore the state of the art of this subject in constant transformation. The ultimate goal is also to actively engage the participants in project of autoconstruction - from conception to execution - with the design and making of an "urban carpet" in stone as public space gift to leave as trace.

2020


Animali: Interdipendenza tra Specie
30 - 31 Maggio - 1 Giugno 2020


Seminario in lingua Inglese

L’edizione 2020 di Nature, Art and Habitat Residency (NAHR) è dedicata al tema degli animali; più precisamente all’interazione e all’interdipendenza tra le specie. Intorno al medesimo argomento si incentra NAHW: un seminario di tre giorni che, come ogni anno, apre il programma.

In anni recenti il tema ha assunto centralità critica nel discorso pubblico, tanto che alcuni studiosi si sono spinti a parlare di un Animal Turn.

Sullo sfondo di questa nuova sensibilità e in relazione all’ampio dibattito globale, NAHR si inserirà con il carattere ecologico e con il radicamento al luogo che da sempre lo connotano.

Il territorio naturale e antropizzato della Val Taleggio, con le sue specificità e la sua biodiversità, diventa così l’ambito di ispirazione degli approfondimenti del seminario e, in seguito, la sede delle attività di ricerca e sperimentazione dei partecipanti alla residenza.

NAHW comprende talk, presentazioni, escursioni guidate sul campo.

In tutti questi momenti il paesaggio delle Prealpi Orobiche emergerà a tutti gli effetti come habitat complesso: come teatro di una coesistenza basata su una precisa accezione del rapporto tra gli esseri viventi e su comportamenti basati su un sostrato di conoscenze, competenze e prassi sviluppatesi nel tempo.

Esso si presenterà come luogo densamente abitato, da animali umani e non, e come sede di una continua interazione. Si potranno così affrontare, tra l’altro, i temi del selvatico e dell’addomesticato, delle tane dei nidi e dei rifugi, e dell’architettura tradizionale, molta parte della quale prevede, seppur variamente inteso, un intenso rapporto con gli animali.

Dagli interventi dei relatori il rapporto tra animali umani e non umani emergerà nella sua complessità, nelle sue insanabili contraddizioni e negli equilibri sempre variabili. Si rifletterà, tra l’altro, sulla possibilità di considerare un orizzonte commune tra viventi e di intendere, un giorno, le forme del vivente in modo non gerarchico.

In alcune fasi del workshop i partecipanti saranno invitati a calarsi nel territorio per osservarlo a distanza ravvicinata e per mapparlo attraverso diversi strumenti.

In altri momenti la riflessione si potrà espandere fino a comprendere tematiche di ampio respire. Facendo riferimento a questioni scientifiche, teoriche e critiche, etiche ed estetiche sarà possibile intenderlo come filtro attraverso il quale guardare al mondo attuale e sviscerare concetti quali coesistenza, coevoluzione, alterità, consapevolezza, sostenibilità, resilienza, cambiamento climatico, post humanesimo.

Il workshop si offre dunque come occasione di confronto tra esperienze e discipline.
Vi contribuiranno, tra gli altri, naturalisti, biologi, architetti, artisti, sociologi.

Calendario (bozza)


SABATO _ ECOSISTEMI E CAMBIAMENTO CLIMATICO:
                 RISCHI DI ESTINZIONI, BIODIVERSITÀ, RETI ECOLOGICHE

Giuseppe Bogliani_ Professore UniPv, Ecologo, Ornitologo
Stefano Torriani_ Naturalista

Cristina Movalli_Biologa, Parco Naionale Val Grande
Enrico Bassi_ Naturalista e Ornitologo_Parco Naz. Stelvio
Paola Brambilla_ Eco-Avvocato, WWF Italia

Patrizio Musitelli_ GAL Valle Brembana 2020

DOMENICA_ COESISTENZA e RESILIENZA. ALTERITÀ e POSTUMANESIMO

Alberto Pastorino_ Naturalista
Melania Massaro_ Naturalista e Lepidotterologa
Alessandro Mazzoleni_ Biologo e Odonatologo

Leonardo Caffo_ Filosofo
Tiziana Pers_ Artista, Fondatrice Rave

Claudia Losi_ Artista
Gabi Scardi_ Presidente NAHR, Curatrice d’arte

LUNEDI’_ ARCHITETTURA ANIMALE e BIOMIMETICA:                                                               il progetto ispirato dalla natura

Alice Benessia_ Fondatrice Pianpicollo Selvatico
Elena Stevanato_ Architetto Paesaggista
Paolo Belloni_ Architetto
Ilaria Mazzoleni_ Architetto, Biomimicista
Marta Pesenti_ Presidente Ecomuseo Val Taleggio

Fulvia Mendini_ Mostra “Un Bestiario Fantastico”

Iscrizioni

Workshop in lingua inglese aperto a tutti, incluso ingegneri, architetti, geologi, naturalisti, forestali e agronomi.

Posti disponibili 25.

Per iscriversi mandare email a:
info@nahr.it
Oggetto:  iscrizione NAHW 2020

Contributo Iscrizione a rimborso spese


175 €  / 80 € studenti     + Iva 22%.
pranzi e cene escluse

Informazioni

info@nahr.it

PAST YEARS

2019

 
Erbe e Pascoli:
Immaginando un’economia circolare del formaggio
Val Taleggio


ERBE e PASCOLI workshop con contributi ed interventi interdisciplinari è dedicato ad ecologi, architetti, geologi, naturalisti, forestali, agronomi, gastronomi e a chiunque operi nella ricerca, o abbia interesse al tema, assieme ai partecipanti al programma Nature, Art and Habitat Residency (NAHR) 2019.

L’appuntamento con la terza edizione del workshop NARW  quest’anno dedicato al tema “ERBE e PASCOLI: Prospettive per un’economia rigenerativa del formaggio” a partire dalle risorse e dai beni comuni in Val Taleggio (BG). Verranno analizzati aspetti scientifici e ambientali della biodiversità locale e dellle risorse rinnovabili, in relazione al design, all’architettura del paesaggio e allo sviluppo del sistema di resilienza ed economia rigenerativa.

Il workshop è un’occasione di confronto per rivedere strategicamente il rapporto uomo - natura, e per proporre possibili soluzioni circolari, base delle discipline di economia rigenerativa, sostenibilità e resilienza, alla luce degli effetti sempre più tangibili del cambiamento climatico e delle forti implicazioni socio-ambientali dell’Antropocene, attuale era geologica.

La Val Taleggio rappresenta un valido esempio di come, nei secoli, la comunione di elementi quali la sua biodiversità (natura) e la sua gente (cultura), siano stati capaci di generare una ricca tradizione di produzione di beni locali (economie di sussistenza, produzione casearia, paesaggio, patrimonio edilizio, etc) nel rispetto del territorio. Il bergamino e’ una figura centrale della tradizione agricola e casearia, che ha lasciato in eredita’ saperi, tecniche e un vero proprio stile di vita nomade, arricchito da una grande ingegnosita’ e creativita’, dettata da necessita’ e spirito di adattamento. Basta citare lo stracchino, formaggio pensato per il consumo domestico prima che commerciale, di forma quadrata poiche’ piu’ pratico da trasportare sul mulo o sul carro, realizzato andando o tornando dall’alpeggio quando la vacca e’ stanca dal viaggo ma che comunque, due volte al giorno va munta e il suo prezioso latte non puo’ essere sprecato per alcun motivo. Ecco allora un formaggio veloce nella realizzazione che, una volta stagionato, regala gli stracchini, ovvero i taleggi, che hanno reso celebre questo territorio e molte sue aziende anche fuori dai confini nazionali.

Nello specifico, le ‘catene produttive’ dei più noti formaggi della valle -Taleggioe Strachitunt - trovano origine proprio nei pascoli d’altura, dove l'erba, sana e vigorosa, è la principale fonte di cibo per le vacche.

La produzione di formaggi locali, ben oltre il consumo locale, si è andata presto ad intrecciare con la sua commercializzazione territoriale, nel tempo a scala nazionale e internazionale, per estendersi all’impiego allargato in una ricca gastronomia dal mercato globale. Infatti, le principali aziende italiane di formaggi partirono dalle famiglie bergamine di Val Taleggio e Valsassina.

L’intero ciclo della produzione casearia, inteso in modo olistico, a partire dagli elementi della biodiversità locale  - suolo, erbe e batteri per la fermentazione, le stesse sorgenti d’acqua, l’aria pura – ha trovato nella Val Taleggio una favorevole combinazione di condizioni naturali, socio-culturali ed economiche. La consolidata pratica della transumanza, ossia lo spostamento stagionale del bestiame dai pascoli d’alta quota estivi ai rifugi invernali in pianura, ha via via comportato la costruzione nel territorio di edifici vernacolari, con i tradizionali tetti in piode - argillite locale – utilizzati da allevatori e vacche come rifugi e luoghi per la lavorazione e la stagionatura del formaggi.

Il workshop prevede, accanto a presentazioni e tavoli di discussione, alcune visite a località dei dintorni: pascoli bassi e in alta quota, dai tratti morfologici ed ecosistemici, quali aree boschive e alpeggi,  peculiari del sistema paesaggistico delle Prealpi Orobie, e intimamente connessi alla storia evolutiva locale. Le uscite sul territorio sono finalizzate alla comprensione di quegli aspetti di resilienza che hanno consentito nel corso del tempo uno sviluppo sostenibile del territorio, oggi affossato da forte crisi demografica, ma dove la produzione e la stagionatura del formaggio rimangono le principali chiavi di sviluppo dalle ricche potenzialità per un’economia circolare forte.

Gli interventi e le conversazioni, considerando la Val Taleggio un variegato luogo d’ispirazione, mireranno a promuovere modalità applicative universali per l’economia circolare e assurgere a modello nei processi ECO-nomici ed ECO-logici.

In linea con l'approccio multidisciplinare di NAHR, a conclusione del workshop, è prevista una sezione di charrette di progetto dal titolo “Tu casaro” ed un esercizio gastronomico con un cuoco locale.

Iscrizioni

Workshop in lingua inglese aperto a tutti, incluso ingegneri, architetti, geologi, naturalisti, forestali e agronomi.

Posti disponibili 25.

Per iscriversi mandare email a:
info@nahr.it
Oggetto:  iscrizione NAHW 2019

Contributo Iscrizione a rimborso spese


175 €  / 80 € studenti + Iva 22%.

Informazioni

info@nahr.it


2018



Acqua:
Flusso Vitale, Energia in Transformazione
Val Taleggio, 1-2-3 Giugno 2018


Scaricare Brochure / Modulo D’Iscrizione / Scaricare Locandina

Acqua come risorsa energetica rinnovabile, bene comune al centro di dibattiti contemporanei interdisciplinari, tra clima e cambiamento climatico, aspetti scientifici, gestionali e legislativi, ambiente e resilienza, risorse energetiche rinnovabili, architettura e design, salute.  L'elemento liquido è al centro di una tre giorni di aggiornamento e confronto interdisciplinare dedicata ad ingegneri, architetti, geologi, naturalisti, forestali e agronomi. Appuntamento in Val Taleggio in provincia di Bergamo con il workshop e corso di aggiornamento Acqua: Flusso vitale, energia in trasformazione.

La specificità del contesto montano in cui si tiene il workshop è un'elemento fondante del percorso: si rifletterà infatti anche su come l'uomo nei secoli abbia saputo sfruttare la risorsa acqua e le sue molteplici proprietà, che gli hanno permesso di vivere nel contesto alpino. La tre giorni sarà anche un momento di confronto interdisciplinare per rivedere  il "delicato" rapporto uomo-acqua per pensare a soluzioni future improntate sui concetti di sostenibilità e resilienza,  anche alla luce degli effetti del cambiamento climatico e dei nuovi risvolti socio-ambientali dell’Antropocene.

Le tematiche di Acqua: Flusso vitale ed energia in trasformazione saranno trattate sia sul piano generale, sia in relazione al contesto territoriale locale dove l'acqua gioca un ruolo fondamentale nel plasmare e dar vita agli elementi naturali, generando habitat diversificati, scolpendo il paesaggio, oltre a costituire fonte di sostentamento, benessere ed energia primaria.

Accanto ai tavoli di lavoro sono previste visite a luoghi inseriti nel sistema paesaggistico delle Prealpi Orobie e della loro storia evolutiva, intimamente connessa alla ricchezza di acqua: aree boscate, alpeggi, torrenti, sorgenti, fonti di acqua minerale, termale e centrali idroelettriche. Le escursioni avranno anche riferimenti alla specificità paesaggistica e agli ecosistemi locali, come gli Orridi della Val Taleggio e i Laac, bacini d'acqua nei pressi delle baite e borghi valligiani.

La tre giorni di lavoro è strutturata in sessioni teoriche a pratiche, con uscite sul territorio, finalizzate anche a comprendere gli aspetti di resilienza che hanno consentito nel tempo uno sviluppo sostenibile, ma ora in crisi demografica, nell'arco  prealpino.

A conclusione del workshop e in linea con l'approccio multidisciplinare di  Nature, Art & Habitat è prevista la realizzazione di un progetto permanente installabile nel contesto ambientale locale a testimonianza del lavoro svolto.


Data e Periodo del Corso

Da venerdì 1 giugno a domenica 3 giugno 2018. Ore 9-18.
Sono previsti 3 giorni d’incontri, con tavole rotonde di conversazione e visite presso i luoghi descritti.


Crediti Formativi

– Ordine Architetti 20 CFP
– Ordine Geologi 12 CFP
_ Forestali IN PROGRESS

La partecipazione al corso è inserita tra le proposte di formazione continua dell'Ordine degli Architetti (xx crediti formativi), dell'Ordine degli Ingegneri (xx crediti formativi), Ordine dei geologi (xx crediti formativi), Ordine dei Forestali.



Iscrizioni 

Workshop in lingua inglese aperto a tutti, incluso ingegneri, architetti, geologi, naturalisti, forestali e agronomi.

Posti disponibili 25. 

Per iscriversi mandare email a:
info@nahr.it
Oggetto:  iscrizione NAHW 2018


Contributo Iscrizione


175 €  / 80 € studenti + Iva 22%. 


Programma

(dall’ 1 al 3 giugno 2018) - in progress

Venerdi’ 1 Giugno, primo giorno

Val Taleggio

Acqua: Flusso Vitale ed Energia In Transformazione - Aspetti Naturalistici Ambientali 
Dedicato all’esame del flusso dell'acqua nello spazio, al suo riflesso sulle caratteristiche del paesaggio,
sugli aspetti naturali e ecosistemici, con visite guidate nel territorio.

08.30 Caffè di benvenuto e presentazione della giornata. Ilaria Mazzoleni, architetto, coord. scientifica

09.00 Geologo: aspetti morfologici, idrogeologici, idrologici e di dinamica morfologica riscontrabili sul territorio

09.30 Tavola Rotunda

12.00 Pranzo

13.30 Visite Guidate

19.00 Cena

20.30 Stories from afar, Los Angeles.



Sabato 2 Giugno, secondo giorno

Val Taleggio - Baita & Breakfast

Acqua - Aspetti Tecnico Scientifici e Gestionali
Dedicato all'esame degli aspetti piu' propriamente tecnici e scientifici connessi all'acqua e alla sua gestione

08.30 Arrivo e set up

09.00 Caffè di benvenuto e presentazione tema: acqua flusso vitale ed energia in trasformazione

09.30 Tavola Rotonda: Cambiamento climatico in numeri e prospettive future. Scienza ed etica della tematica acqua. Legislazione.

12.30 Pranzo

14.00 Tavola Rotonda: La qualità dell'acqua, il controllo dell'acqua nel territorio. Utilizzo e gestione. Acqua e marketing.

17.00 Visita Guidata

19.00 Cena

20.30 Acqua e Arte.



Domenica 3 Giugno, terzo giorno 

Val Taleggio - Baita & Breakfast

Acqua - Ambiente Costruito: Architettura e Design 
Dedicato all’ambiente costruito – dal passato al futuro attraverso il progetto

09.00 Caffè di benvenuto e presentazione della giornata.

09.30  Tavola Rotonda: Le architetture e infrastrutture Alpine per l’acqua: centrali idroelettriche, canalizzazioni e sbarramenti a servizio della produzione d’energia.

12.30 Pranzo in Baita & Breakfast: Assaggio di prodotti tipici offerto dall’Ecomuseo Val Taleggio - “Acqua e cibo. Il formaggio buono perche’ l’acqua e’ buona”

14.00 Design Charrette progettiamo insieme: dalla fonte alla tavola -
contenitori e contenuti

18.00 Aperitivo e chiusura workshop con esposizione disegni. (durante l’estate i progetti verranno esibiti alle Porte Ecomuseali)

*I pranzi sono liberi, l’organizzazione si preoccupera’ di concordare con alcuni ristoranti locali dei prezzi fissi.

**Il costo per la cena dell’ 1 e 2 giugno è di € 25.00 cadauna, da pagare con iscrizione al corso.
Alloggio: se si desiderasse soggiornare in valle nelle serate del Workshop si prega di contattare gli alberghi locali: Albergo della Salute – Costa D’Olda, Albergo dell’Angelo – Vedeseta, Liberty – Peghera.


Responsabili scientifiche e Direttrici del corso: arch. Ilaria Mazzoleni e Stefania Cabassi, geologa -


Informazioni

info@nahr.it




2017


Roccia e Pietra:

Cultura Materiale e Cultura del Fare

Giugno 2-4 & 10-11


Scaricare BrochureModulo D’IscrizioneScaricare Locandina


Il corso Roccia e Pietra: Cultura Materiale e Cultura del Fare suddiviso in due moduli è organizzato da Nature, Art & Habitat (NAHR), con il patrocinio di vari enti nazionali e/o regionali oltre che in partnership con l’Ecomuseo Val Taleggio. Il tema centrale dell’edizione 2017 è “la Roccia”: della catena montuosa Prealpina: la sua presenza in natura come risorsa eco-produttiva da gestire con sapienza nell’ecosistema della Val Taleggio, i sistemi di coltivazione e estrazione che ne hanno consentito il suo utilizzo come "pietra" da costruzione nelle architetture vernacolari locali.

Il corso multidisciplinare si propone di fornire approfondimenti sui vari temi che compongono la cultura contemporanea del paesaggio, dell’ambiente, e del progetto architettonico partendo dalle analisi delle formazioni geologiche prealpine, la visita alle cave, arrivando agli aspetti più direttamente progettuali sia di recupero delle architetture tradizionali che per la proposizione di nuove architetture che usino materiali e antiche maestranze locali. È previsto l'intervento di specialisti appartenenti a diversi ambiti in una dimensione multidisciplinare integrata: l’intenzione è quella di stimolare riflessioni e dibattito tra professionisti, oltre che di verificare lo stato dell’arte di un tema che è in continua evoluzione. L’obiettivo finale è quello, inoltre, di coinvolgere attivamente i partecipanti nell’ ideazione ed esecuzione di un progetto pratico che si concretizza nella realizzazione di un “tappeto urbano” in pietra ed una rappresentazione fotografica e disegnata.




NAH_Fellowship /
NAH_Associazione 




2019


The NAHR Eco-Design Futures, Technology & New Media Fellowship


In partnership with Media Design Practices at ArCenter College of Design in Pasadena, CA, Nature, Art & Habitat Residency (NAHR), is pleased to announce an exciting new opportunity available exclusively to MDP’s students, alumni and faculty (full- and part-time) – the inaugural NAHR Eco-Designed Futures, Technology & New Media Fellowship (June 2019). This prize is to be conferred to a single member of the MDP community able to take up residency in the village of Sottochiesa, Taleggio Valley, northern Italy, between May 30th - June 25, 2019.

The selected designer will be one of seven Fellows participating in the 2019 June NAHR residency program. More information can be found here, and applicants are strongly encouraged to read closely before making their applications.

Recipients of the AC/NAHR Eco-Design Futures Fellowship will have residency fees waived, however it remains the responsibility of the winner to make their own way to and from Taleggio, as well as covering the costs of food during the residency. If the award recipient is a student who uses the fellowship to fulfill their Summer X-Term requirements, they will receive scholarship to cover the corresponding curricular units. For current students and faculty, the MDP will also provide a $750 award to help offsite travel expenses.

Set in northern Italy and situated in the heart of the Orobie Alps, our residents take full advantage of the surrounding natural landscapes as well as Italy’s rich material culture, which combines vernacular traditions with innovative approaches to space and place, people and their communities. 

Alongside a current CV (which will include the contact details of three referees), a one-page statement of personal/creative motivation, and a one-page project proposal outlining creative activities relating to GRASSES (the theme of NAHR’s 2019 program), those interested in applying for this award are requested to also supply a portfolio of up to five projects which in some way relate to 2019 topic and to the domain: Eco-Designed Futures, Technology & New Media.

Please note, in order to apply for this award, applicants must be a MDP alumni, current student, or current faculty (part- or full-time). If you are not associated with the MDP, you can apply to the NAHR open call.

To apply for this award, please complete an application form and submit along with your one-page project outline and portfolio of creative work. Applications are due by Friday February 2, 2019, and can be submitted to mdp@artcenter.edu. Please title your emails “Eco-Design Futures_NAHR MDP_ (YOUR NAME)”.

The award will be announced via email to the winner by Friday, March 9, 2019. For inquiries, please contact either info@nahr.it or mdp@artcenter.edu.


The Australian Poetry & NAHR Eco-Poetry Fellowship


In partnership with Australian Poetry, the Nature, Art & Habitat Residency (NAHR), is once again pleased to announce the call-out for this exciting fellowship. Available exclusively to Australian Poetry subscribers, the Australian Poetry/ NAHR Eco-Poetry Fellowship is to be conferred on a single Australian poet able to take up residency in the village of Sottochiesa, Taleggio Valley, northern Italy, between May 30th - 25th June 2019.

The selected poet will be one of seven Fellows participating in the 2019 June NAHR residency program; more information can be found here, and applicants are strongly encouraged to read it closely before making their applications. Recipients of the AP/ NAHR Eco-Poetry Fellowship have residency fees waived; however, it remains the responsibility of the winner to make their own way to and from Taleggio, as well as covering the costs of food during the residency.



Ecopoetry Workshop 2020

NAHR Ecopoetry 2nd Workshop 
6-20 July 2020


Sottochiesa, Val Taleggio, Lombardy, Italy

led by: Simon Eales, Brent Cox, and Courtlin Byrd,
Poetics Program, SUNY Buffalo
Buffalo, New York   


CALL FOR APPLICATIONS
 
NAHR Ecopoetry Workshop is a collaborative, creative, and critical poetry workshop to be held in the northern Italian town of Sottochiesa in the summer of 2020. The workshop is led by three practicing poet-artists and critics from the United States and Australia, and is affiliated with Los Angeles-based architect and educator, Ilaria Mazzoleni’s, yearly Nature, Art, and Habitat Residency. The intention of this two-week workshop is to create poetic and innovatively critical artworks that, broadly, address ecological themes and modes of practice, particularly as they relate to our primary area of focus for this year: ‘ANIMALS: Interdependence Between Species.’

We seek applications from practicing poets, poet-artists, and poet-academics from anywhere in the world; university faculty, graduate students, and late-stage undergraduate students; land-artists, sculptors, and ambient/literary musicians; literarily-minded field researchers interested in ecological economies, community-builders with an orientation toward the arts, and architects looking to develop new theory; experimental philosophers, dramaturgs, and performance-artists; and many others. There is a range of ways that your individual practice could fit the criteria for involvement in this workshop.

You are expected to be either already working on a project or looking to begin a new one, and to be open to working in collaboration with other participants on that project or others. A reading/exhibition of work, or works-in-progress, will take place on the workshop’s final day.

All sessions will run in English, but we welcome participants working in translation.

Accommodation: There is space for 10-12 participants, who will stay in, and work from, Soggiorno Mazzoleni.

Excursions through the nearby alpine foothills, to the spas at San Pellegrino Terme, to Lake Como, and the various surrounding towns including Pizzino, Olda, Vedeseta, and Peghera are possible.

How to apply: Email ecopoetryworkshop@gmail.com indicating your interest in applying.

We will then ask for a short explanation of what you would be planning to work on at the workshop, and a short description of your artistic and academic background.

Questions/Contact: Simon: ecopoetryworkshop@gmail.com

Application Deadline: 10th April 2020

More information: ecopoetryworkshop.com

                               ........................................................

PAST PROGRAMS:

NAHR Ecopoetry Workshop 
1 st – 15 th July, 2019



CALL FOR APPLICATIONS

This is a collaborative, creative, and critical poetry workshop to be held at NAHR, July 1-15 2019.
The workshop is led by Simon Eales, Brent Cox, and Courtlin Byrd, three practicing poet-artists and critics from the United States and Australia, and is affiliated to NAHR. The intention of this two-week workshop is to create innovative poetic and critical artworks that address ecological themes and modes of practice, particularly as they relate to our primary area of focus for this year: grasses and pastures .


IFR_International Summer School /
IFR_Scuola Estiva Internazionale 2018



Course 1: Learning from Nature _ Julyy 2018

The unique ecology of the Taleggio Valley, set in the mountainous Italian PreAlps, lends itself to the study of an array of natural systems that will serve as the backdrop for a course on bio-inspired design. Through the observation and analysis of the pre-alpine ecology students will develop architectural projects that incorporate sustainable design elements stemming from biological inspiration. Students will be challenged to understand how the environment has shaped both the evolution of living organisms and the design of human constructions. Student learning and project development will be achieved through several means: frequent outdoor treks and careful observation and analysis of the native flora and fauna, site visits to local villages and historic settlements to document design and architectural practices of the local community, and interaction and dialogue with the course instructors and guest lecturers, who are experts in the fields of evolution, ecology, bio-inspired design, geology, and anthropology.  APPLY

Course 2: Rock and Stone _ July 2018

“Rock and Stone: Cultures of Making in Northern Italy” is a multidisciplinary field course, located in the alpine ecosystem of the Val Taleggio. Participants will analyze the landscape and its geological formations, the natural and socio-cultural environment, as well as the architectural design of the region. Applying anthropological research methods and architectural investigation student will study how locally available resources can become a source of inspiration for sustainable practices.  The final project proposes to identify cultural uses of local resources, specifically of rocks and stones, in the processes of creation, construction and transformation of the local environment. The observation and documentation of territorial adaptation and spatial configuration will extend insights to the larger contemporary socio-economic and cultural context of the region.  APPLY

IFR home page


Photo Credits: by Project Authors, all other photos by NAHR
NAHR 2018, All Rights Reserved