2024



FIRE: Renewal, Rituals, Power


Theme | Workshop | Fellows



Trina Acacia
Sumatra, Indonesia

Exploring Balance through Fire: A Choreographic Journey in Taleggio Valley

By researching daily movements, rituals, and interactions, with a focus on farm life, local farmers, and cheese production, the author will explore life in the Valley. Inspired by Balinese culture, she explores the theme of ‘balance’ through the sacred element of fire. The residency project will culminate in an outdoor dance piece, conveying slowness, control, and circumspection—a delicate balance akin to tending a fire. Collaborating with local residents, the project aims to deepen understanding of sustainability in the captivating Taleggio valley.

Trina Acacia is a dancer, choreographer, and researcher from Sumatra, Indonesia. Currently based in Bali, she intertwines her artistic expression with nature, exploring dance as embodied poetry. Through her bio-inspired work, she emphasizes the vital connection between our bodies and the natural world.



Esplorare l'equilibrio attraverso il fuoco: Un viaggio coreografico in Valle Taleggio

Attraverso movimenti quotidiani, i rituali e le interazioni delle vite in fattoria, degli agricoltori locali e dei casari il progetto. esplorerà il tema dell'equilibrio attraverso l'elemento sacro del fuoco, che per Trina, ispirata dalla cultura balinese, simboleggia la connessione con l'universo, il rinnovamento e la riunione. Le performance sviluppate durante la residenza culmineranno in un pezzo di danza all'aperto. La performance trasmetterà lentezza, controllo e circospezione, un delicato equilibrio simile alla cura del fuoco. Danzando insieme alla comunità locale, l'obiettivo e’ quello di arricchire la comprensione della sostenibilità in questa valle affascinante.

Trina Acacia è danzatrice, coreografa e ricercatrice. Attualmente vive a Bali e interseca la sua espressione artistica con la natura, esplorando la danza come poesia incarnata. Le sue coreografie di ispirazione biologica trascendono la mera sopravvivenza, favorendo una modalità creativa e rilassata. Attraverso il suo lavoro Trina sottolinea la connessione vitale tra il nostro corpo e il mondo naturale.

Marvin Heine
Germany

Atmos/Fears: Learning to be affected by Landscapes on Fire

Through the performative montage of a site-specific poetic essay juxtaposed with interview material and film footage of the local environment, Heine will conceptualize forest fires as ‘affective atmospheres’. His project attunes to the shared emotional and sensory experiences of wildfires, and the ways these sensations have shaped public discourses on risk perception, catastrophe management and global warming.

Marvin Heine is an environmental sociologist deeply interested in the senses, their phenomenology, mediations and politics. He is currently enrolled in teh Phd pgrogram at the IRI THESys, Humboldt- Universität zu Berlin. His current research focuses on the influence of sense perception on socialization, as well as the transformation of human-environment systems.



Atmosfera/paure: Imparare a essere influenzati dai paesaggi in fiamme

Attraverso il montaggio performativo di un saggio poetico site-specific giustapposto a materiale d'intervista e filmati dell'ambiente locale, Haine concettualizzerà gli incendi boschivi come "atmosfere affettive". Il suo progetto si concentra sulle esperienze emotive e sensoriali condivise degli incendi boschivi e sul modo in cui queste sensazioni hanno plasmato il discorso pubblico sulla percezione del rischio, sulla gestione delle catastrofi e sul riscaldamento globale.

Marvin Heine è un sociologo ambientale profondamente interessato ai sensi, alla loro fenomenologia, alle mediazioni e alla politica. Sta facendo il dottorato di ricerca presso l'IRI THESys, Humboldt- Universität zu Berlin. La sua ricerca e’ focalizzata sull'influenza della percezione dei sensi, sulla socializzazione e sulla trasformazione dei sistemi uomo-ambiente.



Anna Villa, Benedetta Repetto, Giacomo Scapin
Monza, Savona, Padova ,Italy

Circular kiln

The project is about an experimental firing, a ritual and collective moment organized by the trio. The aim is to create and activate a ceramic kiln made with natural materials, giving up of industrial materials. The trio is guided by the idea of presenting an eco-kiln conceived not as a static element but as a living creature, a living body, inspired by the mechanisms and the technologies of life in the Cosmos. Anna, Benedetta and Giacomo want to ask themselves if it is possible to give shape to a new way of being through the magical powers of fire. A way of being that is the result of a profound rethinking of our relationship with the environment, which draws inspiration from nature and its processes, a way of being that draws its strength from the idea of ingenious and creative coexistence.

Anna Villa is an artist working in the field of visual art with clay exploring sculpture potential in different contexts.

Benedetta Repetto studied Sculpture in Genova. She approached pottery by attending different studios and classes in Liguria and now she works in her pottery place and teaches classes, especially to children.

Giacomo Scapin is a craftsman specialized into pottery wheel with interests in experimental firing.




Forno Circolare

Si tratta di una cottura sperimentale, un momento rituale e collettivo organizzato dal trio. lo scopo del loro progetto è quello di realizzare e attivare un forno per ceramica realizzato con materiali naturali rinunciando all'utilizzo di materiali industriali. Il trio è guidato dall’idea di presentare un forno concepito non come un elemento statico ma come una creatura vivente, un corpo che vive, ispirato ai meccanismi e alla tecnologia della vita del cosmo. Anna, Benedetta e Giacomo desiderano chiedersi se è possibile attraverso i poteri magici del fuoco dare forma al nuovo modo di essere. Un modo d'essere risultato di un profondo ripensamento del nostro rapporto con l’ambiente, che trae ispirazione dalla natura e dai suoi processi, un modo di essere che trae la sua forza dall’idea di convivenza ingegnosa e creativa.

Anna Villa è un'artista che lavora nel campo dell'arte visiva con l'argilla esplorando le potenzialità della scultura in diversi contesti.

Benedetta Repetto ha studiato Scultura a Genova. Si è avvicinata alla ceramica frequentando diverse botteghe e corsi in Liguria e ora lavora nel suo laboratorio e insegna l'arte della ceramica, soprattutto ai bambini.

Giacomo Scapin è un torniante con un vivo interesse per le cotture sperimentali.



Burak Korkmaz
Münster, Germany & Seville, Spain

Echoes of the Pyrocene

Echoes of the Pyrocene explores human and natural fire origins using data visualizations and sound art, mapping regional data to planetary contexts. It interrogates anthropogenic impacts, offering a multisensory insight into environmental interconnectedness.

Burak Korkmaz is an information designer and artist, specializing in the visualization of complex systems and exploring environmental themes with anthropogenic origins. His interdisciplinary work bridges art and science, uncovering intricate narratives.




Echi del Pirocene

Echi del Pirocene esplora le origini umane e naturali del fuoco utilizzando visualizzazioni di dati e arte sonora, mappando i dati regionali in contesti planetari. Interroga gli impatti antropici, offrendo una visione multisensoriale dell’interconnessione ambientale.

Burak Korkmaz è un designer e artista informatico, specializzato nella visualizzazione di sistemi complessi e nell'esplorazione di temi ambientali con origini antropiche. Il suo lavoro interdisciplinare unisce arte e scienza, svelando narrazioni intricate.

Baptiste Lochon
France

Instep

Instep will be a ritual that creates a simple common presence within a group through walking so that when words come out, they are no longer simply a social convention but a way of expressing what is playing out deep inside each person. Fire will be a symbolic means of connecting with the ritual's inner and collective path. The project will start by researching how procession, wandering, pilgrimage, and other walking practices can succeed in connecting with our environments, and how we can perceive movement differently.

Baptiste Lochon is a dancer, poet and choreographer based in the French Alps. Beyond dance and poetry, he is interested in approaches linked to conscious walking, as well as the principles of Ortho- Bionomy®, which focuses on the body's energetic presence.



Instep

Instep sarà un rituale che crea una semplice presenza comune all'interno di un gruppo attraverso la camminata, in modo che quando le parole escono, non sono più una semplice convenzione sociale, ma un modo per esprimere ciò che sta accadendo nel profondo di ogni persona. Il fuoco sarà un mezzo simbolico per connettersi con il percorso interiore e collettivo del rituale. Il progetto partirà dalla ricerca di come la processione, il vagabondaggio, il pellegrinaggio e altre pratiche di cammino possano riuscire a connettersi con i nostri ambienti e come possiamo percepire il movimento in modo diverso.

Baptiste Lochon è un danzatore, poeta e coreografo che vive nelle Alpi francesi. Oltre alla danza e alla poesia, è interessato agli approcci legati alla camminata consapevole e ai principi dell'Ortho-Bionomy®, che si concentra sulla presenza energetica del corpo.

Andreas Rutkauskas
Kelowna, Canada

Silent Witnesses

Silent Witnesses is a research on fire ecology, with a particular focus on the similarities and differences between the Taleggio Valley and the author's home community. Andreas will bring a range of equipment on site, including a digital medium format camera and outdoor strobes, as well as audio recording equipment to capture field recordings and firsthand experience narratives. The visual/audible research outcome will be accompanied by a short research paper that synthesizes his thoughts and experiences gathered during this period.

Andreas Rutkauskas is a landscape photographer and visual artist currently residing on the unceded territory of the Syilx (Kelowna). His recent photographs document the aftermath of wildfire with a pronounced focus on individual trees within communities affected by fire. He is a Lecturer at the University of British Columbia’s Okanagan campus.


Testimoni silenziosi

Il progetto propone una ricerca sull'ecologia degli incendi, con particolare attenzione alle somiglianze e alle differenze tra la Val Taleggio e Kelowna, la comunita’ natale deel’artista. Andreas porterà in loco una serie di attrezzature, tra cui una macchina fotografica digitale di medio formato e strobo da esterno, oltre ad apparecchiature di registrazione audio per catturare registrazioni sul campo e racconti di esperienze dirette. Il risultato della ricerca visiva/uditiva sarà accompagnato da un breve documento di ricerca che sintetizzerà i pensieri e le esperienze raccolte durante questo periodo.

Andreas Rutkauskas è un fotografo e artista visivo attualmente residente nel territorio non ceduto del Syilx (Kelowna). Le sue recenti fotografie documentano le conseguenze degli incendi, con particolare attenzione per i singoli alberi all'interno delle comunità colpite dal fuoco. È docente a contratto presso il campus di Okanagan dell'Università della British Columbia.

Federica Zianni
Italy

Elemental Metamorphosis

The project seeks to unravel the intricate connections between fire, ecology and human culture, by exploring the rituals and cultural traditions associated with fire in the Taleggio Valley, highlighting the ways in which they shape community identity and memory and how this environment is influenced by fire, both historically and in contemporary times. The project will create immersive narratives that will transport viewers into the heart of the valley's cultural practices and the author's artistic research.


Federica Zianni is an Italian sculpture artist. Through her work, she seeks to research how art practice can challenge the fear provoked by current issues such as identity, cultural heritage and migration, in a direct and visual way, through installations and performances.



Metamorfosi elementale

Il progetto cerca di svelare le intricate connessioni tra il fuoco, l'ecologia e la cultura umana, esplorando i rituali e le tradizioni culturali associate al fuoco nella Valle Taleggio, evidenziando i modi in cui essi plasmano l'identità e la memoria della comunità e come questo ambiente sia influenzato dal fuoco, sia storicamente che in epoca contemporanea. Il progetto creerà narrazioni immersive che trasporteranno gli spettatori nel cuore delle pratiche culturali della valle e della ricerca artistica dell’autrice.


Federica Zianni è una scultrice italiana. Attraverso il suo lavoro, cerca di ricercare come la pratica artistica possa sfidare le paureprovocate da questioni attuali come l'identità, il patrimonio culturale e la migrazione, in modo diretto e visivo, attraverso installazioni e performance.


2024 Alt Residents

in progress

2024 Visitors


NAH_Worskhop June




Frank Schellace NAHR California Spring
California / USA

Varietal Ash: Exploring the intersection of society fire and bees

The project recontextualizes the object of a beekeeper's smoker, conventionally used to disrupt communication. Untethered from its traditional function, the smoker can be explored as a musical instrument, telling the stories of human-fire interactions. Against the backdrop of ashes from plants vital to bee ecology and traditional fire regimes, this project ignites experimentation in storytelling.

Frank Schellace is an experimental sound artist, science educator and beekeeper. His work processes memory through sensory performance, matching frequencies to experience. He is the founder of Traveling Hive, a 501c3 project that seeks to provide diversity in nature-education through art and connection.













 





Photo Credits: by Project Authors, all other photos by NAHR
NAHR 2022, All Rights Reserved